Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018

ProfilePalermo sarà la capitale italiana della cultura nel 2018, superata la concorrenza di città rilevanti come Alghero, Ercolano, Aquileia, Recanati e Trento il capoluogo siciliano ha la possibilità di mettere in luce il suo enorme potenziale artistico culturale. La candidatura è legata ad un progetto credibile che finalmente dimostri come anche in Sicilia sia possibile prepararsi ad eventi importanti per tempo e con la massima serietà.  Il titolo di capitale italiana della cultura può dare nuovo stimolo al turismo, in crescita in questi ultimi anni e mostrare l’aspetto positivo dell’accoglienza da parte di una popolazione ricca di generosità, portatrice di tradizioni che possono ammaliare i visitatori ma che molto spesso non si è mostrata all’altezza delle aspettative. L’occasione giusta per dimostrare a tutt’Italia ed al mondo intero che Palermo e i Palermitani sono in grado di stupire per organizzazione, infrastrutture curate, ricettività puntuale, pulizia e decoro di una delle più antiche e affascinati città della storia mediterranea. Fondata dai Fenici con il nome di Panormus, ossia citta di porto, Palermo ha sempre dimostrato di essere capitale dell’integrazione, unendo popoli e culture diverse nella sua ormai millenaria storia. Civiltà come quella fenicia, cartaginese, romana, araba, normanna si sono fuse rendendola città unica nel suo genere, dove ad esempio è possibile ammirare a pochi chilometri di distanza l’una dall’altra la Cattedrale di Palermo, gotica e armoniosa nelle sue guglie, e la Cattedrale di Monreale esempio massimo dello stile arabo normanno con gli ori dei mosaici al suo interno. 
0
0
0
s2smodern

Segesta "Tempio Grande"

ProfileSituato in spendida posizione, tra dolci colline dai colori ocra e rosso bruno che formano un piacevole contrasto con le infinite tonalità di verde, il Parco Archeologico è dominato dalla mole dell'elegante tempio dorico. L'antica Segesta, fondata probabilmente dagli Elimi, come Erice, diviene ben presto una delle principali città del bacino mediterraneo di influenza ellenistica e, nel V sec. è la più grande rivale di Selinunte. Per difendersi da quest'ultima, fa appello, nel 415 a.C. agli Ateniesi, che vengono però sconfitti da Siracusa, alleata di Selinunte. Nel 409 a.C. sollecita allora l'aiuto dei Cartaginesi che, giunti in Sicilia, annientano Selinunte ed Himera.
0
0
0
s2smodern

Erice

ProfileErice (Monte San Giuliano fino al 1934, Èrici o u Munti in siciliano) è un comune italiano di 28.356 abitanti della provincia di Trapani in Sicilia. Fa parte del circuito dei borghi più belli d'Italia in qualità di Ospite Onorario. Il centro cittadino, di soli 512 abitanti, è posto sull'omonimo Monte Erice, mentre la maggior parte della popolazione si concentra nell'abitato di Casa Santa, contiguo alla città di Trapani. Il nome di Erice deriva da Erix, un personaggio mitologico, figlio di Afrodite e di Bute, ucciso da Eracle. Dal 1167 al 1934 ebbe il nome di Monte San Giuliano.
0
0
0
s2smodern

Le Saline e l'equilibrio del loro ecosistema

ProfileLa riserva naturale integrale delle Saline di Trapani e Paceco è una riserva naturale regionale della Sicilia istituita nel 1995, che si estende per quasi 1000 ettari nel territorio dei comuni di Trapani e Paceco. La riserva, all'interno della quale si esercita l'antica attività di estrazione del sale, è una importante zona umida che offre riparo a numerose specie di uccelli migratori. È gestita dal WWF Italia.
0
0
0
s2smodern

Questo sito usa i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni. Continuando nella navigazione si accetta che i cookies vengano memorizzati sul vostro computer. Per saperne di più o negare il consenso consulta la Cookie Policy.